La nevicata dell’85, di Colaprico e Valpreda


Un’indagine gastronomica e letteraria a tutto campo all’insegna della scoperta o della riscoperta di titoli nuovi o celebri di un grande genere letterario spesso sottovalutato: il giallo.

“Signori, si parte. Il delitto è servito”.

La nevicata dell’85

di Piero Colaprico e Pietro Valpreda

Il Saggiatore, 2006 (prima edizione: Marco Tropea, 2001)

“Ciao, Pietro, ti ho portato il pollo ai funghi…”

“Ah, ma guarda, è uno dei miei piatti preferiti. Devo arguire che il periodo delle frittate e quello dei sughi viene sostituito da una nuova era gastronomica?” chiese, sistemando sull’attaccapanni il giaccone bagnato…

Alba, invece…: “Però io sono sempre pronta a fare qualche frittatina” disse ridendo per il doppio senso della battuta…

Il Pollo ai funghi è uno dei piatti protagonisti di La nevicata dell’85, un poliziesco scritto a quattro mani dal giornalista Piero Colaprico e da Pietro Valpreda.

È il secondo di una serie di cinque romanzi con protagonista il maresciallo Binda: cinque gialli in cui Pietro Binda, ex maresciallo dei carabinieri ora detective, ci porta alla scoperta di una Milano “vera” lontana dall’immagine spesso troppo stereotipata che ci viene proposta dai media. In particolare in La nevicata dell’85 emerge una Milano diversa da quella “da bere” delle modelle e dei locali alla moda, una città attenta alle grandi inchieste di Tangentopoli, che proprio negli anni ’80 in cui si svolge la vicenda prendono sempre più tristemente piede.

Piero Colaprico e Pietro Valpreda hanno scritto insieme i primi tre libri della serie: Quattro gocce di acqua piovana, La nevicata dell’85 e La primavera dei maimorti a cui hanno fatto seguito L’estate del Mundial e La quinta stagione, scritti solo da Colaprico dopo la morte di Valpreda.

Maurizio Gelatti

Pollo ai funghi

Dosi per 4 persone:

600 g di pollo in pezzi

600 grammi di funghi porcini (o champignon)

Brodo vegetale

1 rametto di salvia

5 cucchiai d’olio d’oliva extra vergine di oliva

1 spicchio d’aglio

1 scalogno

1/2 bicchiere di vino bianco

sale fino e pepe q.b.

Preparare un litro di brodo vegetale. Rosolare in un tegame con l’olio, l’aglio sbucciato e lo scalogno sbucciato e tagliato finemente; aggiungere quindi i pezzi di pollo e far rosolare su tutti i lati. Salare, aggiungere il mezzo bicchiere di vino e continuare la cottura a fuoco vivace fino alla completa evaporazione del vino. Aggiungere metà del brodo e la salvia e far cuocere, a fuoco moderato e a tegame coperto per 30 minuti circa avendo cura di aggiungere brodo qualora il fondo di cottura dovesse risultare troppo asciutto. Tagliare i funghi a fettine e unirli al pollo, aggiungendo solo se necessario, altro brodo. Proseguire la cottura per altri 15 minuti circa prima di servire.

Buon Appetito… e buona lettura!!

Foto: Alan Wheatley nella parte di Sherlock Holmes in The Reigate Squires (1951).

Fonte: www.bbc.co.uk


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.