Bianco Natal, Bianco Mangiar


Mi sembra opportuno dedicare questo appuntamento mensile ad alcuni consigli di lettura, di visione o di acquisto dedicati alle prossime festività natalizie.

Iniziamo dai classici.

James Joyce chiude la raccolta di racconti Dubliners (Gente di Dublino) con lo struggente The dead (I morti). Si descrive un Natale semplice e nevoso passato a casa di due sorelle anziane in cui tutti si fanno trascinare dai ricordi. John Huston, il grande regista, portò nel 1987 questo racconto sullo schermo riservando alla figlia Anjelica il ruolo più bello. Leggete il racconto e gustatevelo in DVD per prepararvi spiritualmente alla più calda delle festività cristiane.

Volete accompagnare la serata con un vero dolce anglosassone?

Ordinate su Fortnumandmason un bel Christmas Pudding oppure iniziate a prepararlo oggi seguendo la ricetta che trovate nel mio libro dedicato a Proust.

I dolci vi piacciono più semplici?

Gustatevi in DVD il film del 1999 della regista francese Danièle Thompson La bûche (in italiano tradotto con Pranzo di Natale) dove un gruppo di famiglia tra le quali tre sorelle interpretate da Charlotte Gainsbourg, Emanuelle Béart e Sabine Azéma, si riunisce per le festività. Viene preparato il dolce noto appunto come la bûche (il ceppo) e che è il tronchetto di cioccolato ripieno di canditi.

Volete qualcosa di più semplice e allora regalatevi il dono goloso natalizio dei francesi più tradizionalisti, le prugne ripiene di Agen, le trovate su Comtessedubarry.

Vi va un po’ di aria del nord europeo?

Allora procuratevi il tipico dolce tedesco, meglio se è quello di Dresda, il Christ Stollen che potete acquistare su Dresdnerstollen e sistematevi il DVD del film di Ingmar Bergman del 1982 Fanny e Alexander che dipinge un lungo affresco natalizio in una casa svedese del primo Novecento, tra addobbi meravigliosi, suggestioni culinarie e sogni d’infanzia.

Volete veramente tornare bambini?

E allora bando agli indugi, puntate direttamente su un bel film in DVD come White Christmas (Bianco Natale) con Bing Crosby, che pure ci ha lasciato la canzone natalizia più famosa di tutte o ancora su Fantasia, Gli Aristogatti, La Carica dei 101, Il Libro della Giungla, Cenerentola o Biancaneve, i veri classici di Walt Disney, quelli della nostra infanzia e per non sbagliare ordinatevi il vero panettone milanese dalla più tradizionale pasticceria della capitale lombarda contattandola direttamente dal sito PasticceriaMarchesi.

Volete farvi fare qualche regalo di buon gusto?

Completate la vostra collezione con i titoli che ancora non avete della collana di Leggere è un Gusto!

A Londra la strenna del Natale 2008 culinario è: Nigella Christmas-food,family,friends,festivities scritto da Nigella Lawson e pubblicato da Chatto & Windus.

A Parigi si vende moltissimo il libro Nicole Renaud e Alexandra Duca dal titolo Douceurs de Noël pubblicato da Editions Générales First.

A New York va la cucina italiana di Marcella Hazan (nata a Cesenatico e sposata con un pellicciaio newyorchese) che ha una scuola di cucina e ha scritto molti ricettari e recentemente pubblicato presso Gotham il suo libro di memorie culinarie dal titolo per noi italiani più ovvio: Amarcord.

E per concludere un segnalazione in lingua italiana, di Valeria Carimati, edito da Lampi di Stampa il nuovissimo Le ricette di Natale per tutta la famiglia. Le migliori ricette italiane del nostro Natale.

Buon Natale a tutti!

Luca Glebb Miroglio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.