Siamo andati avanti a mangiare…

Il quiz goloso di questa settimana è una pagina tratta da un romanzo del 1995 di un celebre autore italiano, nato a Milano nel 1952.

I suoi romanzi sono tradotti in 8 lingue. Questa che vi propongo è una cena a due – ma tutt’altro che romantica e raffinata – un trionfo dell’istinto, un’abbuffata primordiale dopo un periodo di sofferta, anche se apparentemente condivisa, astinenza.

Se vi ricordate di aver letto questo romanzo e avete indovinato l’autore, segugi della pagina scritta, scrivetemi compilando il form che trovate a fondo pagina!

Il vincitore (il lettore più veloce e corretto) verrà pubblicato su Leggere è un gusto! nella prossima puntata del Quiz goloso con il suo nome/nickname e sito web/blog.

«Siamo andati avanti a mangiare e bere senza dirci una parola, seduti uno di fronte all’altro con lo sguardo nei piatti, io con la mia bistecca all’osso sanguinolenta, lui con il suo pollo fritto che gli colava grasso fuso e bruciacchiato tra le mani, esaltati tutti e due dalla totale non-purezza del cibo, senza quasi sentire il sapore ma con le proteine brute che ci entravano in circolo nel corpo. Vittorio teneva stretti i suoi pezzi di pollo come se avesse paura che qualcuno glieli portasse via, ci versava sopra sale e ketchup e senape e tutto quello che c’era nei barattoli e nelle bustine di plastica sul tavolo, rompeva con i denti la crosta panata e addentava la carne umida subito sotto, masticava con voracità cieca, preintelligente e prerazionale, strappava un nuovo morso prima ancora di aver deglutito. Mi buttava pezzi nel piatto, anche, mi pungolava con cenni barbari ad assaggiare; ha ordinato altre due birre al cameriere, un altro piatto di pollo fritto per tutti e due. Consumava un tovagliolo di carta al minuto per pulirsi le mani la bocca e il mento dall’unto che colava, prendeva una nuova sorsata di birra, diceva: “Ma porco cane, guarda se ci voleva questo pinocchietto tedesco per farmi regredire così” ».


Il quiz goloso è a cura di Cristina Caneva.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.