Mattino ore 6:00

Mattino ore 6:00la storia

Mentre Ferrara sta alzando lentamente le sue palpebre di nebbia, io sono già sveglia e pronta.

Sono fuori, all aperto, alle sei del mattino e respiro a pieni polmoni questa aria fresca che mi circonda. Aria nuova, aria che ancora non è stata scambiata con nessuno. Sono sola qui, stanno ancora tutti dormendo, e quest’aria carica di acqua, di umidità mi penetra nella pelle e nelle ossa caricandomi di nuova energia.

Inizio a correre, il ritmo scandito dai i piedi sulla terra e dal cuore amplificato nelle mie orecchie. Gli alberi intorno a me sembrano aprire le loro lunghe fronde al mio passaggio, celebrando la natura. La nebbia si sta dileguando lasciando trasparenza e luce.

L unico rumore che sento è il mio respiro, regolare e forte. Aumento la velocità. Sì, mi sento carica, sento la strada battuta sotto i miei passi, la sto percorrendo con avidità.

Ecco che il sapore metallico del sangue mi affiora alla bocca, e le prime gocce di sudore affiorano alla mia fronte. Che sensazione meravigliosa essere padroni del proprio corpo, riconoscerlo nei suoi cambiamenti e poterli calibrare.

Iniziano a vedersi le prime persone affacciarsi alla giornata accompagnando fuori il cane, le prime macchine percorrere le strade ancora assonnate. Una bicicletta mi sfreccia accanto veloce e sicura, spaventando la mia tranquillità. La città sta iniziando a svegliarsi, è ora di tornare verso casa.

Mi fermo, mi piego con le mani sulle ginocchia respirando soddisfatta. Alzo il viso verso il cielo, e inizio a correre, di nuovo, sorridendo a nessuno in particolare e a tutti.

Entro in casa, getto le scarpe nell’angolo, mi svesto lasciando tracce dei miei vestiti fino alla doccia. E poi in cucina, il caffè che gorgoglia caldo e rassicurante, e la mia colazione che mi aspetta per ricaricarmi. Sono le sette del mattino, accendo la radio e travolta dai Red Hot Chili Peppers non m’importa se è presto..la città si deve svegliare.

Red Hot Chili Muffinsla ricetta

Ingredienti per 12 muffins:

300 gr di farina 00, 100 gr di cioccolato fondente al 70%, mezza bustina di lievito chimico,

120 gr di burro morbido, 1 uovo, 200 gr di zucchero, 250 ml di latte intero, un pizzico di sale, mezzo cucchiaino da caffè di polvere di peperoncino ( o comunque secondo il gusto personale).

Mescolare la farina con il lievito. Sciogliere il cioccolato con il burro a bagnomaria. Aggiungere alla farina, l’uovo, il latte, lo zucchero, il sale e il peperoncino.Quando il cioccolato sarà sciolto versarlo sul composto mescolando velocemente. Riempire gli stampini da muffin o i pirottini di carta e infornare a 180° per 15 minuti.

di Elga Cappellari per la rubrica Una ricetta, una storia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.