Domenica, pesce!

Questa domenica, complice il fatto che, nel fare la spesa per il week end sono un disastro, ho deciso che avremmo mangiato pesce. E’ facile, è veloce, è buono, fa benissimo!

Allora ho chiamato il mio fidatissimo pescivendolo, al quale voglio proprio bene, in quanto mi sfiletta il pesce ogni volta che voglio, ho ordinato i filetti di spigola per i piccoli, un trancio di pesce spada per Nicola, mentre per me avrei deciso lì sul posto.

Allora ho chiesto ai piccoli chi volesse uscire con me, escludendo a priori che mio marito volesse farlo, viste le 8 ore di piscina del giorno prima, e le sue condizioni: pigiama, barba incolta, caffè in una mano e faccia assonnata.

Sveva, mia figlia di 6 anni e mezzo, entusiasta, ha detto subito “io vengo, io vengo, io vengo!”

Peppino, il piccolo di quasi 5 anni, ci ha pensato un attimo, ma poi, di fronte alla possibilità di schiavizzare il papà alla playstation, ha gentilmente declinato l’invito!

E così io e Svevina siamo uscite da sole, una cosa che piace moltissimo ad entrambe, perché quando siamo sole, senza il piccolino che corre avanti e mi fa sempre spaventare e mi costringe spesso a scatti felini per riprenderlo prima che lo faccia un camion (meno male questa cosa sta via via scemando), io e Svevina siamo libere di parlare, cantare e ascoltare la musica da grandi.

Giunte dal pescivendolo (anche se ho traslocato un anno fa, il pesce continuo a comprarlo dall’altra parte della città!) ho preso la spigola, il pesce spada e per me le tagliatelle, e siamo tornate a casa. Le tagliatelle che si comprano dal pescivendolo, come è ovvio, non sono fatte con l’uovo e la farina, ma sono una particolarità barese. Si tratta di “giovani seppie”, pulite e tagliate a striscioline, da friggere (i famosi anellini fritti, in alternativa a totani e calamari) o da consumare crude. Io prediligo la seconda ipotesi!

Una volta a casa, in cinque minuti, ho preso un limone biologico e con dell’olio extravergine ho preparato la citronette per la spigola. Poi ho adagiato i filetti di spigola nella pirofila con un filo d’olio. I filetti vanno adagiati con la parte della pelle sul fondo. Li ho cosparsi con la citronette, che essendo densa, non scivola via, poi ho spolverizzato del pangrattato, ho aggiunto un filo d’olio, e ho conservato in frigo.

Per il pesce spada ho lavato qualche pomodorino ciliegina, molto basilico e qualche foglia di rucola. L’ho adagiato in una teglia con poco olio extravergine, cosparso con i tocchetti di pomodorini, il basilico e la rucola, ancora olio extravergine e in frigo.

Le tagliatelle, in frigo.

Poi, visto il sole meraviglioso io e i piccoli siamo andati al parco, per Nicola, vale la stessa cosa di prima: 8 ore pregresse di piscina, pigiama, barba incolta, caffè e computer.

Tornati a casa dopo aver inseguito una papera ed un’anatra clandestinamente innamorate, nonostante la differenza di razza (e meno male!), ho acceso il grill ed in cinque minuti la spigola era pronta, poi ho aggiustato la temperatura del forno a 180° e ho proseguito la cottura del pesce spada.

E visto che di clandestini si parlava, mentre i pesci cuocevano, con un bicchiere di birra fresca, nel silenzio della mia cucina, mi sono gustata le mie tagliatelle freschissime, godendomi in solitaria quelle bontà, che mio marito, dopo venti anni che mi conosce, non ha ancora imparato a mangiare.

Ho scritto questo mio primo articolo per una rubrica seria, mentre mio figlio mi chiamava ogni 3 minuti affinché giocassi con lui a “Super Smash Bros” al Wii, e mia figlia ascoltava la colonna sonora di “Hanna Montana: the movie” a tutto volume, non so come sia venuto, spero nella vostra comprensione!

di Ivana Salvemini

foto di Golden Hen


3 risposte a “Domenica, pesce!”

  1. daniela ha detto:

    …semplicemente fantastico!

  2. Ivana Salvemini ha detto:

    Grazie Daniela, sono felice che ti sia piaciuto!!!

  3. Ivana Salvemini ha detto:

    Grazie Daniela, sono felice che ti sia piaciuto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.