Nuovo titolo per la collana L’isola: Donne sûfî

Il lettore non pensi di sfogliare pagine di noiosa dottrina islamica medievale, perché gli ingredienti di questo testo sono sorprendenti: un libro per le donne, un libro per gli amanti della poesia, un libro per gli studiosi di sufismo. L’opera, che si è posta all’attenzione degli orientalisti solo in epoca recente, regala la biografia di oltre 80 sante sûfî, raccolte da uno dei più importanti trasmettitori dei detti e fatti degli antichi maestri del sufismo, Sulamî di Nîshâbûr. Il matn, ovvero la sentenza, la citazione esposta da ogni illustre figura presente nel testo, è intriso di poesia e le frasi “il lume si spegneva ma continuava a illuminarela sua casa fino al mattino”, o “non ho mai guardato la neve cadere senza pensare allo sparpagliarsi delle pagine del destino” sono i binari su cui procederà la lettura, attenta, romantica, profonda.

Sulamî (m. 1021) è il teorico del sufismo. Egli fu un modello, un iniziatore, un anticipatore e, pur senza prediligere un genere letterario all’altro, fu un esempio cui attingeranno numerosi suoi contemporanei nonché i principali biografi del sufismo. I suoi scritti di letteratura adab, le tabaqat, i tafsir del Corano, si collegano direttamente a una antichissima tradizione spirituale che risale ai primi Compagni del Profeta.

Clicca qui per ordinare il libro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.