Il Khidr e l'Acqua di Vita

4.00 su 5


Anteprima LIBRO >

Il testo si propone di esaminare il caso del misterioso personaggio, noto col nome di Khidr (al-Khadir in arabo), che il Corano menziona quando parla del viaggio di Mosè alla ricerca dell’Acqua di Vita. Arrivato alla Fons Vitae, Mosè incontra questo Servo di Dio a cui l’Altissimo ha donato una “Scienza da parte Sua” (al-‘ilm al-ladunnī), dotato di longevità straordinaria per essersi abbeverato a questa fonte d’immortalità che si trova nelle Tenebre.
Secondo il Sufismo, il Khidr svolge il ruolo di maestro dell’iniziazione per coloro che, dotati di qualificazioni non comuni, sono privi di un ricollegamento ad un maestro vivente. Qayṣarī, prima di trarre le sue conclusioni sul caso del Khidr, esamina il significato della Profezia e della Santità, dell’Acqua di Vita, delle Tenebre e del modo per raggiungere la Fons Vitae.

C'è una recensione, scrivi anche tu la tua opinione!


  1. 4 su 5

    :

    Mostra una straordinaria coincidenza con temi fiabistici del tipo Mille e una Notte - e naturalmente con il topos della Fonte di Giovinezza orientale e medievale. Anzi molte delle immagini infantili originate dalla lettura delle fiabe sembrano ricalcare il modello dell'oasi ricercata, nel seguire gli animali come consiglieri e non come oggetto di caccia. Quanta parte della spiritualità orientale è filtrata così nelle Letterature europee...

    Il Khidr e l'Acqua di Vita