Il tesoro dei bambini sensibili

Conoscerlo, gestirlo, valorizzarlo


Anteprima LIBRO >

amazon linkACQUISTA SU AMAZON

Ipersensibili si nasce. Non si diventa. È un tratto genetico che si eredita e costituisce la base della personalità con cui ci affacciamo al mondo. I bambini altamente sensibili sono quelli che vivono in modo più profondo, empatico ed emotivo ciò che gli accade e che li circonda. Sono introspettivi, abili osservatori e tendono a essere più facilmente sovraccaricati dagli stimoli intensi; hanno spesso forti reazioni emotive e momenti di chiusura. Se accolti, ascoltati e valorizzati mostreranno aspetti notevolmente efficaci della loro sensibilità, come l’abilità di percepire le emozioni altrui e di farvi fronte, la capacità di trovare soluzioni creative ai problemi, e di entrare in sintonia con ambienti, animali e persone in modo molto profondo.

È ereditario, quindi se avete un bambino ipersensibile è molto probabile che anche voi lo siate, o lo sia il vostro partner, e, a prescindere dalle influenze dell’ambiente che lungo il corso della vita vi hanno permesso o meno di coltivare questo tratto potrebbe essere utile farvi la domanda “Io che bambino ero? Cosa mi infastidiva? Come percepivo le cose? Come vivevo le situazioni?”. Molti genitori e molti bambini si sono riconosciuti in questa caratteristica e grazie a questa consapevolezza sono riusciti a comprendere e gestire aspetti propri o del proprio figlio in modo completamente nuovo.

Se vi rivolgete a vostro figlio sminuendo o negando la sua percezione sottile di ciò che accade nel suo contesto, allora il bambino ipersensibile giunge alla conclusione che il suo modo di percepire è scomodo e sbagliato e inizia a lottare contro la propria natura arrivando a rinunciare a sé per essere accettatoAl contrario, quando gli adulti sono preparati e consapevoli, riescono ad accogliere i suoi bisogni rispettando la sua percezione e visione del mondo, compiendo gli sforzi necessari per gestire le sue particolari esigenze, allora l’accettazione e la comprensione che egli sperimenterà renderanno possibile una crescita armonica di questo tratto.

Il contesto famigliare, come quello scolastico e culturale, giocano quindi un ruolo preponderante nello sviluppo di questa caratteristica come vantaggio o svantaggio.

Questo libro si rivolge primariamente a genitori e operatori, ha un taglio teorico ma soprattutto pratico, per riconoscere l’ipersensibilità nei bambini e valorizzarla nel modo migliore. Il tesoro dei bambini sensibili aiuta a comprendere, conoscere e coltivare questa caratteristica che può diventare un dono.

La vita ti sorprende sempre in luoghi dove non avresti mai pensato di arrivare. E io mai avrei pensato di arrivare a portare avanti un progetto di tale portata, né tantomeno di scrivere un libro. È stato frutto di un viaggio inatteso che mi ha permesso di incontrare tante persone che altrimenti non avrei conosciuto, di vedere luoghi che non avrei visto, e fare esperienze che non potevo immaginare. Ringrazio ognuno di quei volti, di quelle voci e di quelle presenze, persone che mi hanno accompagnato, stimolato, sostenuto e che hanno creduto nelle mie potenzialità e nell’importanza di questo progetto di diffusione.” 
Elena Lupo


Non ci sono recensioni, sii il primo a lasciare un opinione!