L'Agricoltore e il Ginecologo

4.40 su 5
L'industrializzazione della nascita


Anteprima LIBRO >
amazon linkACQUISTA SU AMAZON
Tematiche: , , .

Oggi comprendiamo che il flusso di ormoni che una donna dovrebbe rilasciare durante il parto è un vero e proprio cocktail di “ormoni dell’amore”. In un ambiente industrializzato questo processo naturale non avviene: la maggior parte delle donne deve accontentarsi di sostituti farmaceutici, oppure partorisce con il taglio cesareo.

Quali possono essere, in termini di civilizzazione, gli effetti a lungo termine di una nascita altamente industrializzata? Quale sarà il futuro di una società nata senza ormoni dell’amore?

Per rispondere a domande di questo tipo è necessario paragonare l’evoluzione degli ambienti culturali differenti in relazione al grado di industrializzazione della nascita. Michel Odent, famoso ostetrico, noto per aver introdotto il parto in acqua e le sale parto simili ad un ambiente domestico, da decenni influenza la storia della nascita e delle ricerche sulla salute, studiando gli aspetti relativi alla salute del bambino dalla gestazione al primo anno di vita.

L'Agricoltore e il Ginecologo sembra quasi il titolo di una fiaba moderna: nel corso di uno scambio di idee, l’agricoltore e il ginecologo comprendono di aver entrambi manipolato le leggi della Natura e analizzano le incredibili similitudini che intercorrono fra l’industrializzazione dell’agricoltura quella del parto, entrambe sviluppatesi nel corso dell'ultimo secolo. In entrambe i campi, ogni singola innovazione è stata presentata come la soluzione a lungo attesa di un annoso problema. Es. l’avvento di insetticidi potenti (e sintetici) ha ridotto i costi e aumentato la produttività agricola in maniera drasticamente veloce. È perciò facile comprendere perché all'oggi vengano usati in modo così abituale e diffuso.

Allo stesso modo, l’avvento di una tecnica moderna e "sicura" di taglio cesareo sembra averci offerto serie ragioni per creare reparti ospedalieri di ostetricia più capienti ed efficienti, così che tutte le donne possano partorire avendo a disposizione una sala operatoria e uno staff di specialisti a loro dedicato. Alle immediate reazioni entusiastiche hanno fatto eco le voci di un ristretto numero di scettici che hanno manifestato dubbi e paure riguardo alle probabili ripercussioni a lungo termine derivanti da un uso diffuso di pratiche o punti di vista nuovi e poco sperimentati.

Sebbene i ripetuti avvertimenti venissero apparentemente ignorati, hanno tuttavia stimolato la crescita di atteggiamenti “alternativi” e hanno costituito la base di “movimenti” organizzati, con la partecipazione di un numero sempre crescente di consumatori.  Al volgere del secolo, la storia dell’agricoltura industriale ha subìto un’improvvisa accelerazione: in seguito a una serie di calamità, in particolare il morbo della mucca pazza e l’afta epizootica, è avvenuta una presa di coscienza collettiva. Al contrario, la nascita industriale non ha ancora raggiunto la stessa fase storica. Quale disastro dobbiamo aspettarci?

Per vedere il video della presentazione del libro clicca qui > L'Agricoltore e il Ginecologo


Recensione su MammaOggi (settembre 2010)

Ci sono 5 recensioni, scrivi anche tu la tua opinione!


  1. 5 su 5

    :

    oltre a essere mamma sono anche ostetrica. Questo libro è illuminante, dovrebbe essere letto da molti operatori del settore. Odent è un maestro. Di facile lettura e offre molti spunti di riflessione. Consigliato, assolutamente.

    L'Agricoltore e il Ginecologo
  2. 3 su 5

    :

    ammiro da sempre Odent per il suo impegno a far sì che il gravidanza e parto rientrino nella giusta fisiologia, salvo in casi particolari, ma a volte è troppo drastico sulle sue affermazioni. non esiste solo il bianco e il nero, ma bisogna anche valutare il grigio, soprattutto per cose che richiedono un grosso cambiamento culturale.

    L'Agricoltore e il Ginecologo
  3. 5 su 5

    :

    Che libro davvero bello. Lo sto divorando....mi incuriosiva un sacco il tema. Ne avevo letto altri 2 di Odent e il suo pensiero mi ha catturato. E poi con questa nuova copertina è anche molto più accattivante. Complimenti al Leone Verde per averlo pubblicato in Italia

    L'Agricoltore e il Ginecologo
  4. 5 su 5

    :

    un libro davvero fantastico: davvero i miei più sinceri complimenti!

    L'Agricoltore e il Ginecologo
  5. 4 su 5

    :

    veramente bello!

    L'Agricoltore e il Ginecologo