Pranzi in…giallo

Il giallo in cucina è un colore tutt’altro che insolito: zafferano, crema, limone e quant’altro. I pranzi di questa settimana sono due e sono accomunati proprio da questo colore. I loro autori, infatti, pur lontani tra loro migliaia di chilometri e centinaia di anni, sono due maestri del giallo. Fuori i nomi! (e i titoli dei romanzi).

Per la soluzione leggi all’incontrario 😉

Appena aperto il frigorifero la vide.

La caponatina! Sciavuròsa, colorita, abbondante, riempiva un piatto funnùto, una porzione per almeno quattro pirsone. Erano mesi che la cammarera Adelina non gliela faceva trovare. Il pane, nel sacco di plastica, era fresco, accattato nella mattinata. Naturali, spontanee, gli acchianarono in bocca le note della marcia trionfale dell’Aida.

SOLUZIONE

iradniT a atig aL ,irellimaC

“Il grasso è caldo! Che cosa ci farete cuocere? “Lo Yorkshire Pudding” “Il buon vecchio Yorkshire Pudding! Avremo a pranzo del vero roast-beef all’inglese? Proprio il pranzo adatto a un funerale, secondo le tradizioni!”

SOLUZIONE

ottiled nu id aenatnatsI ,eitsirhC ahtagA

di Cristina Caneva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accetto la Privacy Policy

×